LIFE IS A DANCE®

La vita è una danza, e per poterla ballare abbiamo bisogno di ascoltare il ritmo. Ci sono tanti ritmi che ci circondano, e come delle radio a più frequenze, ci possiamo sintonizzare.

C’è il ritmo dei nostri genitori, il ritmo della scuola o del lavoro, c’è il ritmo della città, della società, c’è un ritmo del mondo, e ovviamente, c’è il tuo ritmo.

Il tuo ritmo è l’insieme di tanti ritmi: per esempio, i ritmi della tua famiglia, il ritmo della tua origine e della costellazione di elementi che fanno parte di te oggi.

L’approccio che propongo con LIFE IS A DANCE®, è di imparare ad ascoltarlo. Impara ad ascoltare, attraverso la danza e il movimento, il tuo personale ritmo. Senza esclusioni.

Impara ad ascoltare, impara ad osservare. Senti le vibrazioni del tuo ritmo: alcune vengono dal passato e ne sei grato, altre stridono, ti appesantiscono e  non le senti tue. Magari è anni che continui a ballare, su un disco che si è bloccato sulla stessa canzone che forse non ti piace. Ma se affini l’udito, senti che il repertorio è molto, molto più vasto e unico. Perché solo tu, hai quel ritmo.

Imparando ad ascoltare il corpo puoi imparare ad ascoltare il tuo ritmo, il tuo movimento, la tua voce.

Si comincia piano, nell’assenza di movimento, e si segue quello che spontaneamente il tuo corpo ha voglia di fare: muovere un braccio, un piede, un ginocchio, la spalla. O magari lasci andare la testa, il collo e la schiena (sono spesso loro che portano i ritmi non nostri e che nel corpo diventano pesi).

Da questo lieve movimento che man mano diventa più grande – lo diventa non perché fai, ma perché accade – comincia la danza. In LIFE IS A DANCE®, molto sta nel lasciare accadere il proprio corpo, più che nell’imparare a muoverlo.

Può essere che inizialmente, ballando, ti sentirai in imbarazzo. Ti sentirai stupido, rigido, ti sentirai perso, o al contrario, ti sentirai figo, avrai il desiderio di far vedere come sei bravo. Tutte queste modalità e molte altre, fanno parte del tuo ritmo, e vanno bene. Ogni cosa che esce nella danza va bene. Va bene nel senso che ha bisogno di essere vista, inclusa e se necessario trasformata. L’importante è non giudicare e non avere fretta, poiché entrambe queste cose ci portano lontano dal nostro ritmo.

Praticare uno sguardo d’amore verso ciò che esce da dentro e si manifesta fuori, è l’inizio del cambiamento, e forse, tutto ciò che hai bisogno di FARE.

LIFE IS A DANCE® è una pratica di accettazione, liberazione, e creazione. Nel momento in cui accetti ciò che sei, sei libero, e quando sei libero puoi creare qualcosa di nuovo.

La musica ci accompagnerà  nel processo. Ci sarà musica di molti generi e ritmi, e attraverso di essa potrai immergerti in emozioni, sensazioni e necessità diverse. A volte, potrebbe succedere che con una musica molto potente e ritmata, tu abbia bisogno di muovere solo una mano. Va bene così.

Lascia che sia il corpo a condurti, attraverso la musica, a sperimentare ciò di cui ha e hai bisogno.

A volte però, confondiamo come un’esigenza del corpo lo stare fermi, il tirarci fuori. E’ il lato ombra della danza e si manifesta spesso. E’ quella cosa che ti dice: siediti, sei stanco. Vai via! Questo non è un vero desiderio del corpo, ma è la voce della paura. E’ la paura di scoprire qualcosa di diverso da ciò che conosci di te. E’ la paura di spingerti oltre il tuo recinto, di correre il rischio di liberare una parte di te che non conosci e forse ti spaventa.

Anche in questo caso, non devi fare, ma osserva; e più di qualsiasi altra cosa, continua a muoverti. E’ nel movimento che attraversi l’ombra e trovi l’energia che ti porterà dove devi essere.

“Once your body surrenders to movement, your soul remember its dance” G. Roth